In questo articolo ti darò alcuni consigli su come conservare gli alimenti nel modo corretto. In aggiunta, ti svelerò come ottenere uno sconto sull’acquisto di strumenti utili alla conservazione dei cibi.

Esiste una stagione ideale per conservare gli alimenti?

Partiamo dal presupposto che i metodi di conservazione degli alimenti sono utilizzabili in ogni stagione. Ovviamente devi avere macchinari idonei e anche in merito a ciò ti darò dei suggerimenti.

Sicuramente l’estate propone tanta varietà di cibi. Sarai d’accordo con me: l’abbondanza di cibi che ci regala la natura rischia di marcire proprio a causa del troppo caldo.

I frigoriferi strapieni e persino le fresche cantine (per chi ce l’ha) nel periodo estivo non possono rallentare il processo di maturazione. Ti stai chiedendo se c’è un modo per evitare di buttare tanto ben di Dio?

La risposta è sì.

Esistono varie procedure di conservazione: essiccazione, sottovuoto, sott’olio, sott’aceto, ecc. A breve andrò a spiegarti la loro utilità nello specifico e parleremo anche dei vari passaggi che ti consentiranno di conservare gli alimenti in modo corretto.

Peperoncini essiccati

Lo ribadiamo: questi metodi sono utilizzabili in ogni stagione dell’anno.

Hai capito bene, per evitare lo spreco alimentare bisogna puntare sulle conserve alimentari. In alternativa puoi regalare frutta e verdura appena raccolti ad amici e parenti che apprezzano prodotti genuini e sani. Le mie nonne lo facevano sempre e anche i miei genitori lo fanno ancora. Amano condividere con i loro cari i prodotti del loro orto come atto di affetto e di stima.

Nella mia famiglia i vari processi di conservazione degli alimenti sono stati tramandati per generazioni. E oggi ho deciso di condividere con te come sfruttare al meglio queste tecniche che ti permetteranno di evitare sprechi alimentari e di avere conserve alimentari sicure. Andiamo a vedere quali sono queste tecniche e per quali strumenti posso offrirti lo sconto.

Perché è importante conservare gli alimenti?

Preparare le conserve è un ottimo modo per mangiare di stagione tutto l’anno. Nel mio caso si tratta di quei ricordi dell’infanzia, odori e sapori della cucina delle nonne: La frittura dei peperoni essiccati accompagnati dalle olive nere; peperoncini sott’olio; fagiolini di ogni qualità conservati nel congelatore; marmellata; salsa di pomodoro.

Avere tante tipologie di conserve ti salverà da quelle visite inaspettate che spesso si trasformano in un invito a cena.

Le conserve

Ti sarà senz’altro capitato di non aver preparato la cena in anticipo e magari anche il tuo frigo era quasi vuoto a causa di una giornata molto impegnativa. Le conserve ci salvano sempre da momenti di difficoltà: non sapevi cosa cucinare ma in realtà hai molto da offrire. I principali metodi di conservazione degli alimenti sono:

  • Refrigerazione,
  • Congelamento.
  • Essiccazione.
  • Sott’olio.
  • Sott’aceto.
  • Sotto sale.
  • Sottovuoto.

Andiamo a vederli singolarmente.

La refrigerazione degli alimenti

Con la refrigerazione gli alimenti vengono conservati nel frigorifero. Lo scopo è rallentare la proliferazione dei cibi ad una temperatura di 4 gradi centigradi.

Si tratta di una conservazione temporanea.

Per una corretta conservazione è fondamentale riporre gli alimenti così:

  • All’interno del cassetto più basso metti frutta e verdura;
  • Nello scomparto appena sopra riponi pesce e carne;
  • In quello centrale formaggi, latte, uova, sottovuoto.

Il congelamento dei cibi

Questa tecnica è molto delicata perché ogni alimento può essere congelato per un periodo limitato di tempo. Per questo motivo bisogna scrivere la data di congelamento dei cibi e il tipo di prodotto.

Rispetto al frigorifero il periodo di conservazione è piuttosto lungo e può essere un buon metodo per recuperare anche cibi già cotti e per combattere gli sprechi alimentari. Attenzione però alla tipologia di cibo cotto che decidi di congelare: ad esempio i peperoni cotti sono da evitare perché possono provocare un’intossicazione alimentare.

Da evitare il congelamento di creme a base di uova (o dello stesso uovo); molto pericoloso è anche il congelamento degli insaccati.

L’essicazione degli alimenti

Ha lo scopo di eliminare l’acqua dal frutto o dall’ortaggio. Si pensi ad esempio alle mele secche o ai peperoni essiccati.

Mele secche

Questo infatti è una tecnica molto utilizzata nel mio paese, sebbene risulti essere poco adeguato perché l’esposizione del prodotto da essiccare all’aperto rischia una contaminazione (che potrebbe essere) generata da fattori inquinanti o dalle polveri.

Io vivo in campagna quindi il rischio è notevolmente ridotto, ma come diceva sempre mio nonno: ‘Viviamo tutti sotto lo stesso cielo, se l’aria è inquinata lo è, più o meno, dappertutto’.

Pertanto sarebbe preferibile usare appositi essiccatori per alimenti con lo scopo di avere una maggiore sicurezza di igiene della lavorazione del prodotto. Ad esempio un essiccatore alimentare che io uso è l’Aigostar Crispy. Il rapporto qualità prezzo è molto buono. È dotato di cinque vassoi, 240W. È perfetto per l’essiccazione di carne, frutta e verdura.

Ciò che ho amato da subito di questo essiccatore è la possibilità di impostare manualmente sia il tempo che la temperatura. L’Agoistar Crispy non ha Bisfenolo A. Ciò significa che è progettato a tutela della salute. Per chi non lo sapesse, infatti, il Bisfenolo (o BPA) è una sostanza chimica che mette a rischio la salute dei nostri figli in età in via di sviluppo. Per questo motivo, se dovete acquistare un essiccatore per alimenti, ve lo consiglio.

Sono del parere che la salute viene prima di tutto! La salute dei figli prima in assoluto!

Qui di seguito trovi un link di affiliazione Amazon con il prodotto descritto.

Il sottovuoto alimentare

Il sottovuoto è sicuramente la tecnica più rapida per conservare gli alimenti.

Va bene per la maggior parte degli alimenti e necessita dell’utilizzo di una macchina per sottovuoto alimentare con la rispettiva busta. Il sottovuoto Lofter è uno dei dispositivi più apprezzati. Il rapporto qualità/prezzo è eccezionale. Un macchinario di facile utilizzo che contiene istruzioni in lingua italiana.

I sacchetti compatibili possono avere una larghezza massima di 30 centimetri.

Non ero sicura che fosse un buon acquisto

Questo prodotto ha soddisfatto le mie esigenze. Quando ho ricevuto la macchina l’ho usata subito; l’ho usata in modo sbagliato (senza leggere le istruzioni) e per questo non ha fatto il sottovuoto. Dopo aver seguito le istruzioni ho visto che funziona benissimo. È semplice e veloce.

Il sottovuoto Lofter è dotato di un tasto per ogni funzione: permette di sigillare con o senza sottovuoto.

Se siete interessati a questo prodotto vi lascio il link affiliato Amazon qui sotto dove potrete comparare con gli altri prodotti simili e gli altri prezzi.

Il sottovuoto può essere realizzato anche con cibi di cottura che vengono conservati in vasetti di vetro vedi ad esempio il link sulla confettura di albicocche http://casalacamera.com/confettura-di-albicocche-ricetta-recupero/

La tecnica del sotto sale

Un’altra pratica molto antica è la conservazione sotto sale. Adatta per la conservazione delle verdure, ortaggi, carne e pesce.

Il sale svolge una funzione che impedisce ai batteri di sopravvivere e quindi di proliferare. Vediamo nello specifico come può essere realizzata questa tecnica.

Il primo metodo di cui voglio parlarti è la conservazione a secco per sovrapposizione.

Pensate ad esempio alle olive; vi basterà prendere un vaso in vetro, versare una base di olive e uno strato di sale e alternare gli strati fino a riempire il contenitore. Infine chiudete con tappo ermetico.

Altrimenti potete fare la conservazione a secco per sfregamento. Ad esempio prendete un salame e sfregatelo con il sale.

Consiglio: prima di servire questi alimenti a tavola lavateli in abbondante acqua anche se, come potete immaginare, rimarranno ugualmente molto saporiti.

Un ultimo metodo che vale la pena menzionare è la conservazione in acqua e sale (conosciuto con la denominazione di salamoia). Affinché questo metodo sia efficace bisogna realizzare una composizione forte che deve contenere circa il 25% di sale rispetto alla quantità di acqua utilizzata.

Seguici su Facebook clicca sul link https://www.facebook.com/Casa-La-Camera-102004205484576/


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian